fbpx

IL RINGIOVANIMENTO DELLO SGUARDO

Lo sguardo nel corso degli anni può perdere alcune delle sue caratteristiche con un appesantimento delle palpebre superiori, la comparsa di rughe nella zona perioculare, l’accentuazione delle occhiaie con un effetto di occhio scavato, la prominenza di borse palpebrali.

Se una volta questi inestetismi erano di pertinenza della chirurgia plastica, oggi sono risolvibili grazie alle moderne metodiche micro-invasive di medicina estetica che permettono un rapido recupero post-trattamento senza i rischi della chirurgia.

La palpebra superiore viene progressivamente sollevata grazie alla metodica E.A.S.T., ovvero una “blefaroplastica medico estetica non ablativa” che determina una “sublimazione” del derma più superficiale con contrazione dello stesso grazie anche alla produzione di nuovo collagene. Il tutto senza chirurgia!

Le cosiddette “zampe di gallina”, ovvero le rughe di espressione che interessano la zona laterale degli occhi, vengono risolte grazie all’utilizzo del Microbotox o dell’acido ialuronico o del suddetto E.A.S.T. (la metodica varia da caso a caso).

L’effetto “occhio scavato”, dovuto in parte ad una perdita di sostanza ossea ed in parte ad un deficit di microcircolo (occhiaie), viene corretto grazie all’utilizzo di uno specifico filler (assolutamente compatibile con i nostri tessuti) a base di acido ialuronico e aminoacidi, e alla microcarbossiterapia che ripristina il microcircolo.

Le borse palpebrali, spesso dovute a tessuto adiposo in eccesso, vengono ridotte in modo molto naturale grazie a delle microinfiltrazioni locali a base di vitamine o di ossigeno puro intradermico.

Desideri un’informazione o prenotare un appuntamento?

Contattaci
Share This