fbpx

I GENI DELLA FORZA

EPIGENETICA E ATTIVITÀ FISICA 

Nello sport i campioni presentano una predisposizione individuale ad eccellere in determinate specialità. Questa caratteristica è legata al corredo genetico individuale che influenza lo sviluppo di tipologie diverse di fibre muscolari. Gli atleti che eccellono in sport di potenza e velocità presentano una maggiore percentuale di fibre muscolari bianche, che sono quelle della forza. Diversamente gli atleti che prevalgono negli sport di endurance hanno una percentuale maggiore di fibre rosse, che sono quelle della resistenza.

L’espressione di tale corredo genetico muscolare è direttamente correlata all’attività fisica. L’esercizio fisico migliora le performance. Questo processo viene attivato non solo negli atleti ma anche in soggetti sedentari che iniziano a svolgere una leggera attività fisica. Alla base di questi risultati troviamo un processo biochimico indicato come metilazione.

La metilazione è un meccanismo epigenetico in cui un gruppo metilico -CH3 si aggiunge al DNA. Questo comporta una modifica dell’espressione dei geni ovvero del fenotipo. All’opposto, una riduzione del processo di metilazione, anche in seguito a fattori ambientali, potrebbe innescare processi biologici come l’invecchiamento cutaneo.

Nel DNA troviamo strutture denominate telomeri, che servono a controllare il fisiologico deterioramento del DNA stesso. Con l’avanzare degli anni anche i telomeri tendono a deteriorarsi diventando più corti e determinando il processo di invecchiamento. L’attività fisica riduce questo meccanismo di deterioramento dei telomeri aiutando a mantenersi più giovani. È un dato di fatto che individui che praticano attività fisica appaiano più giovani dei loro coetanei.

Uno stile di vita sportivo aiuta non solo a riparare il DNA, ma anche a contrastare i processi infiammatori che sono alla base dell’invecchiamento generale e in particolare cutaneo.

La pratica regolare di attività fisica ci mantiene giovani. Ovviamente sarà necessario scegliere quella più adatta alla propria età ed al proprio stato di salute. Per chi comincia a muoversi o riprende dopo un lungo periodo di inattività diventa fondamentale iniziare molto gradualmente per assecondare il fisiologico meccanismo di adattamento muscolare. Un’ottima scelta potrebbe essere quella di praticare l’attività fisica al mattino a digiuno. Questo perché in assenza di zuccheri si attiva l’AMP chinasi, un enzima che favorisce la longevità.

Anche in questo caso l’utilizzo di cosmetici fa la sua parte nel mantenimento di una pelle giovane e sana. Bisogna combattere l’innata pigrizia che in genere porta alla ricerca di prodotti dal propagandato effetto immediato con il minimo impegno da parte dell’utilizzatore.

La pelle oltre ai fattori genetici (invecchiamento intrinseco) e ambientali (invecchiamento estrinseco) risente dello stress meccanico legato alle contrazioni dei muscoli faciali e alla forza di gravità. Pertanto, l’applicazione dei prodotti cosmetici deve diventare un rituale quotidiano cui dedicare il tempo necessario e durante il quale ne approfitteremo per massaggiare il viso per alcuni minuti iniziando dalla detersione per poi passare allo scrub, al tonico, alla crema, al siero, alla fotoprotezione. Tutti momenti durante i quali il massaggio favorirà non solo la penetrazione dei principi attivi ma anche la stimolazione dei tessuti.

Al fine di rendere questo rituale il più efficace possibile è consigliato eseguire la routine mattina e sera, con particolare attenzione ad iniziare la giornata con i prodotti più adatti a proteggere la nostra pelle dallo stress ossidativo dei fattori ambientali.

L’epigenetica della bellezza è strettamente correlata all’epigenetica della forma fisica.

CONTATTACI  📲 3347931372 o 📧  info@cassibbainstitute.it e scopri come ottenere una CONSULENZA EPIGENETICA

dott. Giuseppe Cassibba

Medico Chirurgo

Esperto in EPIGENETICA DELLA BELLEZZA

CONTATTACI A QUESTI RECAPITI:

📲 3347931372

📧  info@cassibbainstitute.it

e scopri come ottenere una

CONSULENZA EPIGENETICA

IN OMAGGIO

Bibliografia:

  • Barbara Bertoli, Epigenetica della bellezza, Edizioni Agami
  • Zein Obagi, The Art of Skin Health Restoration and Rejuvenation
  • SINUT, Ketogenic Diet Academy, 2019
  • Paoli, A Rubini, JS Volek e KA Grimaldi. Beyond weight loss: a review of the therapeutic uses of very-low-carbohydrate (ketogenic) diets     European Journal of Clinical Nutrition (2013) 67, 789-796

Commenta anche tu

Share This

Share This

Share this post with your friends!